Pubblicità
Pipolo
Vai al sito

Pubblicità

Clicca per info

SFOGLIA IL GIORNALE ONLINE

ANNO XVI - N. 37
del 19 novembre 2017

all' interno
-

Sindaco e Amministrazione sotto attacco

-

La pagina di Catilina

-

C’è “maretta” al Comune di Capri: Ruggiero in bilico, De Simone verso la decadenza

-

Caos vigili: dal primo gennaio il comando sarà senza guida

-

Ennesimo incidente stradale in via Don Giobbe Ruocco

-

Progetto artistico per il Capodanno caprese, una “sfida” a quattro

-

La denuncia: “I locali di radiologia del Capilupi ancora privi di collaudo”

-

Medici di base, parte l’appello da Anacapri:?“No incarichi a tempo”

-

Lavoro nero: controlli e sanzioni della Finanza nel settore della ristorazione

-

Dal 2 dicembre i mercatini di Natale: le casette sulla terrazza della funicolare

-

Donna senza vita in mare, l’avvistamento choc dalla nave Caremar Capri-Napoli

-

Fishing Tournament, vince a Capri il campione europeo Collavoli

-

Calcio tavolo: l’Asd Anacapri spicca il volo

-

Cocktail competition ad Anacapri: la sfida dei futuri barman dell’isola

-

Podismo: quattro capresi in gara, la straordinaria prova del piccolo Roberto

-

Carissimo Peppino

Vedi il giornale
in formato PDF

ARCHIVIO ONLINE
Informatore Popolare
2013-2017

SCRIVI IN REDAZIONE

Per questo
spazio

contattaci


Sanità a Capri, l'allarme del sindacato Nursing-Up: "Il Capilupi non è in grado di fornire assistenza sanitaria". La proposta: accorpamento con l'Ospedale del Mare

foto 04/11/2017 - Assistenza sanitaria sempre più precaria sull’isola. Le condizioni comatose dell’ospedale Capilupi, le difficoltà crescenti, i problemi annosi non risolti, il disinteresse da parte dei vertici di Asl e Regione sono sotto gli occhi di tutti. In campo scendono i sindacati. Il mantenimento dei Lea, i livelli essenziali di assistenza, non è garantito e le condizioni di precarietà sono massime nonostante i fondi stanziati e disponibili: la denuncia, durissima e dettagliatissima, è del sindacato Nursing-Up, il cui segretario regionale Mario De Santis ha inviato una lettera-esposto all’ufficio territoriale dell’Ispettorato del Lavoro di Napoli, ai Carabinieri del Nas, al Direttore Generale dell’Asl Na 1 Centro, al Dipartimento Prevenzione dell’Asl Na 1 Centro e al Direttore Sanitario.
“Da anni questo presidio posto su un territorio riconosciuto con decreto regionale ospedale di zona disagiata - attacca De Santis - continua per le sue condizioni strutturali a non essere in grado di garantire il mantenimento dei Lea. La Direzione Strategica dell'Asl Na 1 Centro, pur in possesso di fondi dell'articolo 20 della legge sull’edilizia ospedaliera, somma che supera il milione e 400 mila euro, pur ricevendo dal fondo Cipe 2016 un altro milione di euro, continua a mantenere quel presidio nelle condizioni di massima precarietà. Molteplici sono state le denunce delle organizzazioni sindacali che hanno portato a ricevere prescrizioni da parte del Comando Carabinieri dei Nas relativi al servizio di dialisi che ancora oggi continua ad essere allocata in uno scantinato alle quale prescrizioni l’Azienda continua a non dare risposta”.
“Il presidio posto su di un territorio che turisticamente è riconosciuto da tutto il mondo - continua l’esponente sindacale - non è in grado di offrire una assistenza sanitaria, infatti esso non corrisponde a nessun parametro normativo nè se ci riferiamo alla 81/08 sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, nè tantomeno sono applicati i parametri strutturali tecnologici e organizzativi imposti dalla 7301/2001. Ci troviamo in assenza di un percorso sporco /pulito, assenza di centraline antifumo, un unico montacarichi utilizzato per trasporto dei pazienti, trasporto dei rifiuti speciali, trasporto biancheria/sporca-pulita, per i pazienti, trasporto salma. 10 posti letto divisi per le specialità, dove insieme al paziente con complicanze anche di tipo infettivo si ricovera la paziente chirurgica o addirittura quella gravida”.
L’organizzazione sindacale si sofferma in maniera critica anche sulle carenze di personale: “Il personale è carente di figure essenziali principalmente dell’area della dirigenza medica, essenziali per la pianificazione delle attività ospedaliere come ortopedici, radiologi, anestesisti, internisti, ginecologi, biologi, medici di laboratorio, ostetriche, tecnici di radiologia, infermieri, figure di supporto come gli oss essenziali per le attività assistenziali. La carenza cronica di queste figure impone al personale turni di lavoro di 24 ore, una turnistica stressante che va ben oltre la Legge 161/2014 con riposi lavorati, un personale così utilizzato sicuramente subisce uno stress da lavoro correlato. Manca una effettiva governance dirigenziale e la carenza di organizzazione si tramuta nel relativo abbassamento delle appropriatezze delle cure previste dal Decreto Lorenzin di ultima approvazione. Infatti senza paura di essere smentiti la conduzione di questo presidio è lo specchio del fallimento di una sanità pubblica sul territorio caprese”.
“A Capri - prosegue De Santis - non si opera più nè tanto meno si nasce Sala parto e sala operatoria ai minimi storici eppure sono state definite dalla Struttura Commissariale Regionale le procedure per i percorsi del paziente stemi (paziente cardiologico) e del percorso trauma. Ci piacerebbe capire come il Direttore Sanitario abbia applicato tali procedure tenendo conto che quel presidio è posto a 30 miglia di mare dalla terraferma. Ci chiediamo, la gestione del trauma, in condizioni meteomarine avverse, come verrà garantita? Se mancano le figure mediche che dovrebbero gestire il paziente traumatizzato ed in assenza dei più elementari presidi la gestione del paziente complicato come potrà avvenire? Considerato anche la composizione stradale dell’Isola quanti morti dovrà ancora piangere quella comunità se il presidio non sarà in grado di gestire le emergenze/urgenze. Visto che Atto Aziendale prevede che il Loreto Mare diventerà Polo Materno Infantile non sarebbe intelligente accorpare il Capilupi al Dea di II Livello come l’Ospedale del Mare che se non erriamo ha una pista di atterraggio? Ma fino a quando tutto questo diventerà realtà un traumatismo della strada, un infarto, un evento ginecologico serio come pensate di gestirlo?”.
L’esposto, durissimo, del Nursing-Up si conclude con l’invito “all’Ispettorato del Lavoro ad una verifica immediata dello stato dei luoghi” affinché anche sul territorio caprese “si sancisca il diritto ad essere curati”.

© notizia protetta da copyright


CONDIVIDI QUESTA NOTIZIA

LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA
20/11/2017- ARRIVA LA "CAPRI TEAM CUP", LA GARA DI PESCA A SQUADRE ORGANIZZATA DALL'AMO DI CAPRI. L'EVENTO SI SVOLGERÀ AL PORTO TURISTICO
20/11/2017- GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE, INIZIATIVE AD ANACAPRI: PROIEZIONE DI UN FILM E DIBATTITO
19/11/2017- "GATTA CENERENTOLA" MIGLIOR FILM EUROPEO DI ANIMAZIONE DELL'ANNO, LA PELLICOLA SARÀ PREMIATA ALLA 22.MA EDIZIONE DI "CAPRI, HOLLYWOOD"
18/11/2017- IL 118 ATTIVA UNITÀ DI CRISI, LA PREFETTURA IMPORRÀ SOCCORSI NOTTURNI IN CASO DI EMERGENZA E ALTA GRAVITÀ SULL'ISOLA. ECCO COSA È STATO DECISO DOPO LA BUFERA DELLO STOP ALL'ELISOCCORSO
18/11/2017- CAOS VIGILI A CAPRI: DAL PRIMO GENNAIO IL COMANDO DELLA POLIZIA MUNICIPALE SARÀ SENZA GUIDA E SENZA VERTICE
18/11/2017- PROGETTO ARTISTICO PER IL CAPODANNO A CAPRI: QUATTRO AZIENDE IN GARA. LUMINARIE, APPALTO AFFIDATO A DITTA DEL SALERNITANO CHE HA “BATTUTO” UN’IMPRESA DELLA PROVINCIA DI NAPOLI E UNA DEL CASERTANO
18/11/2017- SANITÀ MALATA: NIENTE ELIAMBULANZA DI NOTTE, IL PROBLEMA ERA NOTO DAL 6 NOVEMBRE E IN MOLTI HANNO TACIUTO. SPUNTA L'IPOTESI CAMPO SAN COSTANZO
17/11/2017- NEGATO IL DIRITTO ALLA SALUTE A CAPRI: STOP AI TRASFERIMENTI CON ELIAMBULANZA NELLE ORE NOTTURNE. SERVIZIO GARANTITO SOLO IN CASO DI CODICE ROSSO
17/11/2017- TARI GONFIATA PER BOX E CANTINE? A CAPRI NO. L'AMMINISTRAZIONE TRANQUILLIZZA: "AL CONTRARIO DI MOLTI COMUNI ITALIANI L'APPLICAZIONE DEL TRIBUTO È STATA CORRETTA"
17/11/2017- BIMBI DAGLI 8 AGLI 11 ANNI È IL MOMENTO DI DIVENIRE "LUPETTI": RIPRENDONO LE ATTIVITÀ DEL GRUPPO SCOUT DI CAPRI
16/11/2017- GUIDO LEMBO, 70 ANNI E NON SENTIRLI. FESTA DI COMPLEANNO IN AMERICA: DALLA TORTA SBUCA MARILYN CHE CANTA "HAPPY BIRTHDAY". LE FOTO DEL PARTY
16/11/2017- SANITÀ E DIRITTO ALLA SALUTE NELLE LOCALITÀ DISAGIATE, INCONTRO AL MINISTERO. I PROMOTORI: "NORME LACUNOSE, BISOGNA FARE CHIAREZZA"
16/11/2017- LAVORO NERO E MANODOPERA IMPIEGATA IN MANIERA IRREGOLARE: CONTROLLI DELLE FIAMME GIALLE NEL SETTORE DELLA RISTORAZIONE A NAPOLI, ISCHIA E CAPRI, MAXI SANZIONI
16/11/2017- FOTO-SPETTACOLO DI UNA NOTTE AUTUNNALE CAPRESE: LA "TEMPESTA PERFETTA" AD ANACAPRI IN POCHI SCATTI
15/11/2017- ANACAPRI ADERISCE ALLA CAMPAGNA DI TUTELA DEGLI ANIMALI DA CIRCO. DIFFUSO UN MANIFESTO: "IL TUO DIVERTIMENTO, LA LORO SOFFERENZA"
15/11/2017- CARENZE DI ORGANICO PER LA POLIZIA MUNICIPALE DI CAPRI, DISPOSTA L'ASSUNZIONE DI DUE VIGILI FINO AL 31 DICEMBRE
14/11/2017- CHOC NEL GOLFO DI NAPOLI: TROVATO CADAVERE DI DONNA IN MARE. L'AVVISTAMENTO DA UN TRAGHETTO CAREMAR PARTITO DA CAPRI, IL CORPO RECUPERATO DA DUE MOTOVEDETTE DELLA GUARDIA COSTIERA
14/11/2017- TORNANO A CAPRI DAL 2 AL 10 DICEMBRE I MERCATINI DI NATALE DEDICATI ALL'ARTIGIANATO LOCALE. ENTRO IL 24 NOVEMBRE È POSSIBILE PRENOTARE LE CASETTE
13/11/2017- NEL MAR TIRRENO UNA CATENA DI 15 VULCANI SOMMERSI LUNGA 90 CHILOMETRI E LARGA 20: OLTRE AGLI OTTO GIÀ NOTI NE COMPRENDE SETTE APPENA SCOPERTI

Pubblicità
Capri Watch
Vai al sito


Visita il sito

Youtube

DOVE DORMIRE
 
INFORMAZIONI
4
4
 

 
Caprinews.it by Com.Invest s.r.l. P.I. 04764940633Capri, Via Li Campi 19 - 80073 - Capri -- contattaci: La redazione