Scrivi per cercare

CRONACA

Incontro tra Amministrazioni dell’isola e compagnie di navigazione dopo il caos al porto di Capri, via libera alla definizione di un protocollo integrato e di sicurezza anti-assembramenti

Condividi

A seguito degli assembramenti e del caos verificatisi nella mattina di lunedì 11 maggio (al primo giorno della applicazione della nuova ordinanza della Regione Campania) sulle banchine del Porto di Capri, si è svolta oggi 12 maggio presso la sede municipale del Comune di Capri una riunione convocata con urgenza dalle due Amministrazioni isolane.

L’incontro è stato presieduto dai Sindaci di Capri ed Anacapri, Marino Lembo e Alessandro Scoppa, e dall’Assessore ai collegamenti marittimi della Città di Capri, Paola Mazzina a cui hanno partecipato i rappresentanti delle Compagnie di Navigazione che svolgono attività di servizio di collegamenti da e verso l’Isola.

“Dopo aver dibattuto l’argomento trasporti marittimi visto da varie angolazioni, è stata raggiunta l’intesa sulla definizione di un protocollo integrato e di sicurezza concordato tra i due Comuni dell’Isola e le Compagnie di Navigazione”, fanno sapere in una nota congiunta le due Amministrazioni Comunali.

“Il protocollo – prosegue il documento – verrà ufficializzato già nei prossimi giorni ed è mirato ad adottare una serie di misure valevoli a bordo dei natanti, agli sbarchi ed all’assistenza dei passeggeri in prossimità degli imbarchi e sbarchi. Tutto ciò per garantire la sicurezza e scongiurare gli assembramenti”.

“Tale protocollo – conclude la nota – farà parte del più ampio progetto ‘Capri Sicura’ e che ha già visto l’Amministrazione Comunale di Capri – con particolare riferimento alla problematica degli sbarchi – predisporre percorsi protetti di camminamento sui moli, nelle aree prospicienti le biglietterie e alla stazione di accesso alla funicolare”.

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.