Scrivi per cercare

POLITICA

Lettera aperta a De Luca dalla moglie del paziente trasferito da Capri a Napoli dopo ore di attesa: “Le auguro di non capitare mai in un ospedale che la sua scellerata politica ha ridotto a quattro mura fatiscenti”

Condividi

Continuano le polemiche dopo le frasi pronunciate ieri dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che, parlando dell’emergenza sanitaria a Capri, ha detto che “non è successo niente” aggiungendo che c’è “una campagna mediatica indegna che tende a screditare la sanità in Campania”.

Registriamo oggi l’intervento della professoressa Tiziana Semonella, moglie del dottor Piero Pollio, il paziente che seppur in codice rosso ha dovuto attendere un intero pomeriggio e un’intera serata lo scorso 8 dicembre prima di essere trasferito da Capri a Napoli.

Ecco la lettera aperta a De Luca diffusa attraverso i social network.

“Egr Dott De Luca
Chi le scrive è la moglie del paziente che l’8 dicembre è stato trasferito in elicottero dall’ospedale di Capri al Cardarelli.
Mio marito ,medico di medicina generale, ha dedicato tutta la sua vita a curare le persone ed ha cresciuto le sue figlie nel rispetto delle istituzioni pubbliche e soprattutto dei suoi operatori.
Mi rammarica molto sentire le sue parole con le quali ha minimizzato e prontamente liquidato quanto accaduto all’ospedale di Capri. Si è vero il problema si è risolto ma certamente non grazie a Lei né alla sua amministrazione. Si è risolto solo per l’impegno di semplici persone che si sono fatte in quattro per ottemperare al proprio giuramento , persone che lavorano in situazioni di continua precarietà ed emergenza, persone che sono sottoposte a continue pressioni da parte di noi cittadini che non riusciamo a capire come sulla nostra tanto decantata isola ci sia un ospedale( ?)neanche da terzo mondo.
I problemi oggi purtroppo dobbiamo imparare a risolverli da soli perché le istituzioni che lei rappresenta non ci tutelano essendo talmente intente a vanagloriarsi da non rendersi conto della triste realtà .
Le auguro una vita sempre in buona salute e nel caso contrario di non dover mai capitare in uno di quegli ospedali che la sua scellerata politica ha ridotto a quattro mura fatiscenti.
Con nessuna stima nei suoi confronti
Tiziana Semonella”

gori_banner
Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *