Scrivi per cercare

CRONACA

Da Valencia l’appello di un giovane caprese: “Sono bloccato qui insieme ad altri duecento italiani, chiediamo un volo diretto per poter far rientro a casa”

Condividi

“Sono un ragazzo caprese, che da gennaio 2019 si trova in Spagna per lavoro. A causa del COVID-19 mi trovo bloccato a Valencia, così come tanti altri connazionali (siamo circa 200)”. Inizia così una lettera-appello che un nostro concittadino ha inviato in redazione. Il giovane da Capri si era trasferito in Spagna per lavoro. Ora, esplosa l’emergenza coronavirus, si trova in piena difficoltà, senza neppure la possibilità di far rientro in Italia visto che i voli diretti da Valencia sono bloccati. “Tra di noi – aggiunge il giovane caprese – c’è chi ha problemi di salute seri. Siamo tutti bloccati, senza lavoro, con affitti da pagare e senza la possibilità di prendere i medicinali che ci servono. Mia sorella si è iscritta a un gruppo whatsapp di italiani a Valencia, dove i partecipanti stanno mobilitando Unità di crisi, Farnesina, Ministri e Onorevoli per poter riuscire ad avere un volo Alitalia diretto da Valencia a Roma”. L’appello del ragazzo caprese è rivolto alle autorità affinché possano sbloccare quanto prima la situazione per consentire il rientro a casa in sicurezza.

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.