Scrivi per cercare

CRONACA

Indennità non pagate al personale del Comune di Capri: Cgil e Cisl preannunciano lo stato di agitazione e la richiesta di intervento della Procura e della Corte dei Conti

Condividi

Fermento tra il personale del Comune di Capri. Indennità e spettanze non pagate sono al centro di una nota di sollecito che Cgil Funzione Pubblica e Cisl Fb, area metropolitana di Napoli, hanno inviato al Segretario Generale, al responsabile del personale, al responsabile dei servizi finanziari, per conoscenza al sindaco di Capri e all’assessore al personale.

“Ad oggi – sottolineano Franco Raglia e Vincenzo Pagano rispettivamente delle segreterie provinciali di Cgil Fp e Cisl Fp – nonostante le precedenti e reiterate richieste non sono state pagate le indennità relative alla performance per gli anni 2017, 2018 e 2019; inoltre, non sono state pagate le progressioni orizzontali anno 2019. Tali ritardi sono inspiegabili in quanto le indennità di cui sopra e le progressioni orizzontali sono state regolarmente finanziate in Delegazione Trattante a seguito della sottoscrizione definitivi dei Contratti decentrati parte giuridica ed economica anni 2017, 2018 e 2019. Il mancato pagamento costituisce palese condotta antisindacale e potrebbe essere oggetto di danno erariale”.

Le organizzazioni sindacali comunicano che “nel rispetto delle norme anti Covid non hanno proclamato l’assemblea del personale, ma preannunciano che in caso di mancato riscontro proclameranno lo stato di agitazione del personale ed attiveranno la procedura di conciliazione chiedendo l’intervento dell’illustrissimo Prefetto di Napoli. Inoltre, si rivolgeranno al Magistrato competente per denunciare la condotta antisindacale ed informeranno la Procura presso la Corte dei Conti Campania”.

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.