Scrivi per cercare

CRONACA

Abbonamenti mensili e annuali non utilizzati per il coronavirus, previsto il ristoro. L’Unc: “Atc e Sippic rendano note le modalità”

Condividi

Luca Cascone, consigliere regionale della Campania, delegato ai trasporti, ha diffuso la seguente nota: “Con le associazioni di categoria, le principali aziende di trasporto regionali e il Consorzio Unicocampania abbiamo concordato oggi le modalità di attuazione dei ristori degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico inutilizzati a causa della chiusura forzata per l’emergenza sanitaria, così come previsto anche nel cosiddetto Decreto Rilancio.

La Regione Campania ha condiviso la proposta emersa dal tavolo, per cui dal 1 giugno gli utenti potranno avvalersi dei seguenti ristori:

> l’abbonamento mensile acquistato per il mese di marzo potrà essere sostituito con un altro abbonamento di pari valore e validità per un nuovo mese a scelta dell’utente;

> l’abbonamento annuale potrà essere prorogato di ulteriori 60 giorni di validità.

Tutti gli interessati potranno nei prossimi giorni consultare le aziende o il Consorzio Unico Campania per conoscere le modalità con cui richiedere gli spettanti ristori”.

In merito, l’Unione Nazionale Consumatori, delegazione Isola di Capri, “chiede alle società Atc Capri e Sippic Funicolare, oltre che alle compagnie di navigazione, di rendere note quanto prima le modalità con le quali verrà effettuato il ristoro ai cittadini capresi titolari di abbonamento che non hanno potuto usufruire del servizio, pagato anticipatamente, durante l’emergenza Covid 19”. L’Unc vigilerà “affinché le società di trasporto operanti sull’isola ristorino i possessori di abbonamenti mensili e annuali consentendo loro di usufruire di un voucher o una proroga dell’abbonamento pari al periodo di inutilizzo”.

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.