Scrivi per cercare

CRONACA

Gli avvocati incrociano le braccia contro la mancata riapertura dell’ufficio del Giudice di Pace di Capri, continua l’astensione dalle udienze. Il Sindacato Forense di Napoli: “Sosteniamo e partecipiamo alla battaglia”

Condividi

Continua l’astensione dalle udienze da parte degli avvocati, in segno di protesta contro la mancata riapertura dell’ufficio del Giudice di Pace di Capri le cui attività sono state spostate a Napoli.

In una nota, il Sindacato Forense di Napoli in persona del Segretario, Avv. Alessandro Numis, e di tutti i suoi componenti, “preso atto della grave situazione in cui versa l’Ufficio del Giudice di Pace di Capri, esprime solidarietà e vicinanza all’Associazione Avvocati Isola di Capri stigmatizzando, contestualmente, i provvedimenti adottati dal Tribunale di Napoli, con il quale si disponeva il provvisorio dislocamento del predetto Ufficio, prima sino alla data del 31.12.2020, e successivamente fino al 28.02.2020 presso i locali della sede centrale del Tribunale di Napoli, in attesa di istruzioni ministeriali volte a colmare l’attuale carenza di personale amministrativo. Il provvedimento in parola – peraltro, emesso senza alcun confronto con la classe forense e senza alcun coinvolgimento delle categorie interessate – palesa non solo la violazione dell’art. 24 della Costituzione, risultando profondamente compromesso il corretto esercizio del diritto di difesa mantenendo la chiusura sine die dell’unico presidio di legalità presente sull’isola, ma anche e soprattutto il diritto alla salute, garantito ex art. 32 della Carta costituzionale”.

“L’emergenza sanitaria in essere – la cui evoluzione appare ancora oggi, a distanza di quasi un anno dal suo manifestarsi, del tutto imprevedibile – rende il decreto adottato ancor più incondivisibile, poiché incentiva – di fatto – l’irragionevole spostamento degli Avvocati isolani e dei soggetti interessati ai procedimenti presso i già affollati Uffici del Tribunale di Napoli, con l’ovvia conseguenza di esporre maggiormente gli stessi ed i loro congiunti a rischio di contagio da Covid -19”, sottolinea il direttivo del Sindacato Forense di Napoli, aggiungendo: “Maggiore allarme desta, poi, la notizia che tale provvedimento – tutt’altro che provvisorio – in data 29.12.2020, veniva prorogato sino alla data del 28.02.2021, confermando quindi argomentazioni dalle conseguenze del tutto inaccettabili”.

“Alla luce di quanto esposto, l’iniziativa promossa dall’Associazione Avvocati Isola di Capri relativa all’astensione dalle udienze civili e penali del Giudice di Pace di Capri proclamata dal 5 al 15 gennaio 2021, appare sacrosanta, ritenendo un dovere deontologico oltre che giuridico sostenere e partecipare alla battaglia per la salvaguardia dei diritti fondamentali di tutti i cittadini” conclude il Sindacato Forense di Napoli.

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.