Scrivi per cercare

CRONACA

Il direttore generale Asl rassicura: “Non verrà azzerata l’assistenza sanitaria a Capri, a breve gara d’appalto da un milione di euro per i lavori al Capilupi”

Condividi

Mario Forlenza, direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, interviene con un comunicato in merito alle ultime notizie diffuse sull’ospedale di Capri e alle crescenti preoccupazioni tra la popolazione. Forlenza non è tenero verso gli organi di stampa come già aveva fatto in passato, parlando di “notizie allarmistiche”, e rassicura affermando che “l’assistenza sanitaria non verrà azzerata a Capri”.

“In riferimento ad alcune notizie allarmistiche – scrive Forlenza – comparse su alcuni organi di stampa circa la presunta chiusura di strutture e attività dell’ospedale Capilupi di Capri basate sui contenuti della deliberazione 2052 del 22/10/2018, relativa al fabbisogno personale ASL Napoli 1 Centro, si precisa che i fabbisogni ivi riportati con riferimento al P.O. Capilupi di Capri non rappresentano assolutamente la futura dotazione organica del presidio (che si basa su individuazione fisica di figure professionali) ma, più semplicemente, una base di calcolo, definita dal decreto del commissario ad acta per il Piano di Rientro dei Disavanzi della spesa sanitaria regionale n. 67/2016 che, in quanto base di calcolo, opera per discipline (cardiologia – ginecologia – anestesia e rianimazione, ecc.).
Ciò al fine di rispettare i vincoli di spesa fissati dalla normativa. Il fabbisogno complessivo come sopra determinato sia poi ripartito tra le varie strutture aziendali in base alle esigenze determinate sulla domanda effettiva di servizi sanitari da parte dell’utenza”.

“Per il P.O. Capilupi – prosegue il direttore generale dell’Asl – il Piano Ospedaliero prevede una unità operativa multidisciplinare di 20 posti letto con sala operatoria e 1 posto di primo intervento dove complessivamente sono previsti dalla delibera aziendale oggetto di censure strunentali di complessivi 13 medici che saranno in possesso di discipline varie (medicina-ginecologia-anestesia-cardiologia, ecc.) necessarie a garantire la assistenza sanitaria di base ai cittadini e alla utenza turistica di Capri. É pertanto infondato l’allarmismo secondo cui la ASL Napoli 1 si appresterebbe ad azzerare la assistenza sanitaria a Capri”.

“Anzi si coglie l’occasione per ribadire che, non solo si conferma quanto già operativo e realizzato per una adeguata assistenza sanitaria a Capri, frutto anche di accordi con i Sindaci di Capri e Anacapri, ma si comunica anche che a breve sarà indetta la gara di appalto per i lavori di circa 1 milione e mezzo di euro per ammodernamento P.O. Capilupi ed inoltre si sta ipotizzando di attivare il servizio per interventi di day surgery con equipe chirurgica adeguata”, conclude Forlenza.

 

gori_banner


Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *